lunedì 8 luglio 2013

Lunedì della XIV settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)



“una scala poggiava sulla terra, mentre la sua cima raggiungeva il cielo”

In questo sogno di Giacobbe c’è il desiderio dell’uomo di arrivare a Dio, ma il nostro Dio anticipa i tempi e prima di essere cercato, cerca, si mostra, così da ridurre i tempi: Egli sa che l’uomo e poco perseverante!

«Certo, il Signore è in questo luogo e io non lo sapevo».

In questa frase possiamo rileggere la fatica di Giacobbe di scorgere la presenza di Dio. Ma il Signore è presente, anche lì dove noi non ne scorgiamo la presenza. Infine il Vangelo. Uno dei capi e la donna hanno la consapevolezza che in Gesù è presente Dio. Egli è il Dio vicino, ma non solo presente, ma in cammino con l’uomo.

Possa, Signore questo giorno, essere un giornata in cammino con te; in cui scorgere la tua presenza sorprendente; una coraggiosa giornata alla tua sequela in cui fedeli alla tua promessa sveliamo e viviamo la notizia di essere salvati per la fede.

La Vergine Santa, che invochiamo come “scala del Cielo”, “porta del Cielo” e “casa di Dio”, preghi per noi!

Sangue di Cristo, pegno di vita eterna, salvaci
Amen.