lunedì 27 giugno 2011

Tematiche Collezione - Giugno 2011










Tematiche Collezione 2018

 

ICONOGRAFIA SANTITA’ CRISTIANA:

a) Santi, Beati, Venerabili, servi di Dio venerati dalla Chiesa Cattolica e dalle Chiese Sorelle

 

ICONOGRAFIA MARIANA:

a) titoli mariani delle regioni italiane

b) immagini mariane locali e italiane con i seguenti titoli:

1.    Addolorata – Pietà

2.    Carmine

3.    Catena

4.    Fatima

5.    Grazie

6.    Immacolata

7.    Loreto

8.    Lourdes

9.    Portosalvo

10. Rosario

 

c) Litanie Lauretane

 

ICONOGRAFIA CRISTOLOGICA

i) il SS. Crocifisso (venerato localmente)

ii) santini con le reliquie della Passione

iii) vita di Gesù (SOLO ANTICHE)
 

DECRETI della Congregazione per le Cause dei Santi, 27 giugno 2011







BEATI

— un miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Mariano Arciero, Sacerdote Diocesano; nato a Contursi Terme (Salerno) il 26 febbraio 1707 e morto a Napoli (Italia) il 16 febbraio 1788;

— un miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Giovanni Giuseppe Lataste (al secolo: Alcide Vitale), Sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Predicatori e Fondatore delle Suore del Terz’Ordine di San Domenico a Betania; nato a Cadillac (Francia) il 5 settembre 1832 e morto a Frasne-le-Château (Francia) il 10 marzo 1869;

— un miracolo, attribuito all’intercessione della Venerabile Serva di Dio Maria Agnese Teresa del Ss.mo Sacramento (al secolo: Emanuela di Gesù Arias Espinosa), Fondatrice delle Congregazioni delle Missionarie Clarisse del Ss.mo Sacramento e dei Missionari di Cristo per la Chiesa Universale; nata a Ixtlán del Rio (Messico) il 7 luglio 1904 e morta a Roma il 22 luglio 1981;

— un miracolo, attribuito all’intercessione della Venerabile Serva di Dio Ildegarda Burjan, Laica, Madre di famiglia e Fondatrice della Società delle Suore della Caritas Socialis; nata a Görlitz (Repubblica Federale di Germania) il 30 gennaio 1883 e morta a Vienna (Austria) l’11 giugno 1933;

— il martirio del Servo di Dio Salvio Huix Miralpeix, Vescovo di Lleida; nato a Santa Margarita de Vellors (Spagna) il 22 dicembre 1877 e ucciso in odio alla Fede a Lleida (Spagna) il 5 agosto 1936;

— il martirio del Servo di Dio Carlo Lampert, Sacerdote Diocesano e Pro-Vicario dell’Amministrazione Apostolica di Innsbruck Feldkirch; nato a Göfis (Austria) il 9 gennaio 1894 e ucciso in odio alla Fede nel campo di concentramento di Halle sul Saale (Repubblica Federale di Germania) il 13 novembre 1944;

— il martirio delle Serve di Dio Giuseppa Martínez Pérez, della Congregazione delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, e 12 Compagne, uccise in odio alla Fede in diversi luoghi entro i confini della Diocesi di Valencia (Spagna) tra il 19 agosto ed il 9 dicembre del 1936;

— le virtù eroiche del Beato Giovanni Marinoni (al secolo: Francesco), Sacerdote professo dell’Ordine dei Chierici Regolari Teatini; nato a Venezia (Italia) il 25 dicembre 1490 e morto a Napoli (Italia) il 13 dicembre 1562;


VENERABILI

— le virtù eroiche del Servo di Dio Giuseppe Maria García Lahiguera, Arcivescovo di Valencia e Fondatore della Congregazione delle Suore Oblate di Cristo Sacerdote; nato a Fitero (Spagna) il 9 marzo 1903 e morto a Madrid (Spagna) il 14 luglio 1989;

— le virtù eroiche del Servo di Dio Matteo Kadalikkattil, Sacerdote Diocesano e Fondatore della Congregazione delle Suore del Sacro Cuore di Gesù per le Donne; nato a Edapady (India) il 25 aprile 1872 e morto a Palai (India) il 23 maggio 1935;

— le virtù eroiche del Servo di Dio Raffaele Dimiccoli, Sacerdote Diocesano; nato a Barletta (Italia) il 12 ottobre 1887 ed ivi morto il 5 aprile 1956;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Sofia Czeska-Maciejowska, Fondatrice della Congregazione delle Vergini della Presentazione della Beata Vergine Maria; nata a Budziszowice (Polonia) in data non precisa nel 1584 e morta a Cracovia (Polonia) il 1º aprile 1650;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Maria Giuseppina Benvenuti (al secolo: Zeinab Alif), Monaca professa dell’Ordine di Santa Chiara; nata nel Sudan tra gli anni 1845 e 1846 e morta a Serra de’ Conti (Italia) il 24 aprile 1926;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Laura Meozzi, Suora professa dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice; nata a Firenze (Italia) il 5 gennaio 1873 e morta a Pogrzebień (Polonia) il 30 agosto 1951;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Luigia (Gina) Tincani, Fondatrice dell’Unione di Santa Caterina da Siena delle Missionarie della Scuola

Decreti del 27 giugno 2011




CITTA' DEL VATICANO 27.6.2011 
CONGREGAZIONE DEI SANTI 
Nuovi decreti

— un miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Mariano Arciero, Sacerdote Diocesano; nato a Contursi Terme (Salerno) il 26 febbraio 1707 e morto a Napoli (Italia) il 16 febbraio 1788;

— un miracolo, attribuito all’intercessione del Venerabile Servo di Dio Giovanni Giuseppe Lataste (al secolo: Alcide Vitale), Sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Predicatori e Fondatore delle Suore del Terz’Ordine di San Domenico a Betania; nato a Cadillac (Francia) il 5 settembre 1832 e morto a Frasne-le-Château (Francia) il 10 marzo 1869;

— un miracolo, attribuito all’intercessione della Venerabile Serva di Dio Maria Agnese Teresa del Ss.mo Sacramento (al secolo: Emanuela di Gesù Arias Espinosa), Fondatrice delle Congregazioni delle Missionarie Clarisse del Ss.mo Sacramento e dei Missionari di Cristo per la Chiesa Universale; nata a Ixtlán del Rio (Messico) il 7 luglio 1904 e morta a Roma il 22 luglio 1981;

— un miracolo, attribuito all’intercessione della Venerabile Serva di Dio Ildegarda Burjan, Laica, Madre di famiglia e Fondatrice della Società delle Suore della Caritas Socialis; nata a Görlitz (Repubblica Federale di Germania) il 30 gennaio 1883 e morta a Vienna (Austria) l’11 giugno 1933;

— il martirio del Servo di Dio Salvio Huix Miralpeix, Vescovo di Lleida; nato a Santa Margarita de Vellors (Spagna) il 22 dicembre 1877 e ucciso in odio alla Fede a Lleida (Spagna) il 5 agosto 1936;

— il martirio del Servo di Dio Carlo Lampert, Sacerdote Diocesano e Pro-Vicario dell’Amministrazione Apostolica di Innsbruck Feldkirch; nato a Göfis (Austria) il 9 gennaio 1894 e ucciso in odio alla Fede nel campo di concentramento di Halle sul Saale (Repubblica Federale di Germania) il 13 novembre 1944;

— il martirio delle Serve di Dio Giuseppa Martínez Pérez, della Congregazione delle Figlie della Carità di San Vincenzo de’ Paoli, e 12 Compagne, uccise in odio alla Fede in diversi luoghi entro i confini della Diocesi di Valencia (Spagna) tra il 19 agosto ed il 9 dicembre del 1936;

— le virtù eroiche del Beato Giovanni Marinoni (al secolo: Francesco), Sacerdote professo dell’Ordine dei Chierici Regolari Teatini; nato a Venezia (Italia) il 25 dicembre 1490 e morto a Napoli (Italia) il 13 dicembre 1562;

— le virtù eroiche del Servo di Dio Giuseppe Maria García Lahiguera, Arcivescovo di Valencia e Fondatore della Congregazione delle Suore Oblate di Cristo Sacerdote; nato a Fitero (Spagna) il 9 marzo 1903 e morto a Madrid (Spagna) il 14 luglio 1989;

— le virtù eroiche del Servo di Dio Matteo Kadalikkattil, Sacerdote Diocesano e Fondatore della Congregazione delle Suore del Sacro Cuore di Gesù per le Donne; nato a Edapady (India) il 25 aprile 1872 e morto a Palai (India) il 23 maggio 1935;

— le virtù eroiche del Servo di Dio Raffaele Dimiccoli, Sacerdote Diocesano; nato a Barletta (Italia) il 12 ottobre 1887 ed ivi morto il 5 aprile 1956;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Sofia Czeska-Maciejowska, Fondatrice della Congregazione delle Vergini della Presentazione della Beata Vergine Maria; nata a Budziszowice (Polonia) in data non precisa nel 1584 e morta a Cracovia (Polonia) il 1º aprile 1650;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Maria Giuseppina Benvenuti (al secolo: Zeinab Alif), Monaca professa dell’Ordine di Santa Chiara; nata nel Sudan tra gli anni 1845 e 1846 e morta a Serra de’ Conti (Italia) il 24 aprile 1926;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Laura Meozzi, Suora professa dell’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice; nata a Firenze (Italia) il 5 gennaio 1873 e morta a Pogrzebień (Polonia) il 30 agosto 1951;

— le virtù eroiche della Serva di Dio Luigia (Gina) Tincani, Fondatrice dell’Unione di Santa Caterina da Siena delle Missionarie della Scuola


I Santi del Giorno, secondo il Calendario della Chiesa Ambrosiana di rito romano




S. Arialdo di Cucciago
Parrocchia di Cucciago (CO)



27 giugno
SANT’ARIALDO, diacono e martire
MEMORIA

Nacque probabilmente a Cucciago, poco dopo l’anno 1000 (forse il 1010) da una famiglia di valvassori, originaria del vicino villaggio di Alzate Brianza o forse di Carimate. Fu ordinato diacono dall’arcivescovo di Milano Guido di Velate nel 1050, facendosi ben presto apprezzare per la sua capacità oratoria e la preparazione. Dopo la metà del XI secolo fondò insieme ad alcuni compagni tra cui Anselmo di Baggio e Landolfo Cotta un movimento contro la simonìa e per la riforma dei costumi del clero, detto dai suoi avversari pataria, termine tratto dal dialettale patée per identificare gli straccioni. Divenuto Pontefice Anselmo di Baggio con il nome di Alessandro II, si fece più aspro il conflitto con l’arcivescovo Guido che ribellandosi alla scomunica papale ricevuta, fece scacciare Arialdo e i suoi seguaci dalla città. Arialdo si mise in viaggio segretamente per Roma, accompagnato da Erlembaldo: fermato e tradito dai seguaci di Guido, venne condotto nel castello di Angera, dominato da Oliva, nipote dell'arcivescovo. L'empia donna fece condurre Arialdo in uno degli isolotti del Lago Maggiore, e il 27 giugno 1066, dietro suo ordine, Arialdo venne assassinato da due preti scellerati che fecero scempio del suo cadavere. Erlembaldo in seguito riportò a Milano il corpo del suo amico e, la festa di Pentecoste del 1067, lo fece seppellire nella chiesa milanese di S. Célso. Le reliquie di s. Arialdo, trasferite nel 1099 dall'arcivescovo Anselmo da Bovisio nella chiesa di S. Dionigi, accanto a quelle di Erlembaldo, e poi, nel 1528, nel Duomo, furono ritrovate e solennemente ricomposte nel 1940 dal beato Cardinale Alfredo Ildefonso Schuster.

(dal PROPRIO DEI SANTI della Chiesa di Milano secondo il rito romano)


Martirologio Romano, 27 giugno: A Milano, sant’Arialdo, diacono e martire, che combatté con forza gli insani costumi del clero simoniaco e depravato e per la premura verso la casa di Dio fu ucciso da due chierici tra atroci sofferenze.



Santi Arialdo ed Erlembaldo martiri
Sacra Urna delle Reliquie
Duomo di Milano